Ancona

 

Il museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona è sede del Museo Archeologico Nazionale delle Marche uno dei musei archeologici jobitel.com/ più importanti d’Italia, nato nel 1863 e situato nel palazzo cinquecentesco dei conti Ferretti.

Il suo allestimento è diviso in tre piani ed è disposto in ordine cronologico. Le collezioni contenute al suo interno descrivono una summa dei principali momenti storici: a partire dalla Preistoria,  per proseguire con il Periodo Pre-Romano dedicata ai piceni e ai Galli Senoni, fino all’età romana e tardoantica. La collezione sulla civiltà picena è la più completa del territorio  e comprende ben 17 sale, dalla 10 al 27:Armi, spade, fibule, pettorali a testimoniare la loro abilità nella lavorazione del bronzo, oggetti di ceramica per gli oggetti di uso quotidiano, oggetti in ambra che per la loro raffinata manifattura consacrano il popolo piceno come “popolo dell’ambra”, find-bride.com scam fino ai vasi distile alto- adriatico che testimoniano una fase find-bride.com scam “tardo picena”della ceramica in cui le stilizzazioni tipiche delle decorazioni picene si fondono con l’arte greca.

Dalla sala 17 la celebre testa in calcare di guerriero piceno.

é la più antica scultura in pietra di grandi dimensioni delle Marche, databile intorno al VII sec a. C. e rinvenuta a Numana nel 1892.

La testa presenta un volto ovoidale con  scolpiti in rilievo dei piccoli occhi,  pupille segnate da un punto e una linea sottile per indicare xjobs.org/ le labbra, il tutto sormontato da un  elmo aggettante con una decorazione a meandri sul bordo.

 

Guerriero Piceno – dettaglio